la Luisona e la Madeleine

Un blog di cucina coerente

Panna cotta salata al parmigiano o dell’ignoranza

Sono in vacanza a casa, dove per casa intendo Cagliari, e siccome qui ho una solida vita sociale che mi attende con molti bicchieri di birra alzati, non ho tempo – e manco voglia – di cucinare.
Quindi per ora vi fate bastare questa ricetta, che è frutto del vuoto quasi assoluto del frigo a fronte di un giardino carico di basilico fresco; non di meno del fatto che – mi piace sperare – l’agar agar non scada mai.
Be’ forse questo non è del tutto vero, ma facciamo finta di sì ché l’ho trovato nel fondo della dispensa.
Si tratta di una panna cotta ignorante; l’ignoranza è volontaria e si fonda sulla non voglia di cercare manco sul tablet le dosi giuste o l’esatto procedimento per fare il famoso dolce, men che meno gli ingredienti, dato che io l’ho fatta salata.

Le dosi sfamano almeno quattro persone, ma forse pure di più.

400ml panna
100ml latte
100gr parmigiano
20 olive nere
2 pomodori secchi
10 foglie di basilico
mezzo cucchiaino di agar agar

Immergete i pomodori in acqua bollente per dieci minuti poi lavateli sotto l’acqua fredda.
Tritateli con una mezzaluna insieme alle olive e al basilico e metteteli da parte.

Unite insieme panna, latte e parmigiano e mescolando costantemente portate il tutto fin quasi a bollore in una casseruola. Aggiungete l’agar agar stemperato in un goccio di latte freddo e, sempre mescolando, fate bollire il composto per un minuto.
Levate il tutto dal fuoco e aggiungete il trito di olive, pomodori e basilico.

panna-cotta-nello-stampo

Una panna cotta con parmigiano, basilico, olive e pomodori secchi

Versate il tutto in uno stampo foderato di pellicola e lasciate raffreddare a temperatura ambiente per un’ora. Trasferite poi il tutto in frigorifero per almeno quattro ore ancora.
Sformate il tutto su un vassoio da portata e servite a fettine. Inutile dire che io avevo messo troppo agar agar (un cucchiaino intero): la consistenza era comunque gradevole, ma meno sballonzolante.

Panna-cotta-al-parmigiano

Una panna cotta con parmigiano, basilico, olive e pomodori secchi

Un ottimo accompagnamento sarebbero dei cracker, ma siccome sono in vacanza, la ricetta la andate a pigliare QUI.
Pure carino sarebbe un chutney di contorno, ma siccome sono in vacanza, la ricetta la andate a pigliare QUI.

Vorrete poi mica stare senza un dolce? Ovviamente no, e per stare nel filone delle consistenze strane e senza forno, vi fate una bella mousse al cioccolato, ovviamente senza uova – ché siamo d’accordo tutti che le odiamo? – e la ricetta la andate a pigliare QUI perché, forse l’ho già detto, sono molto in vacanza.

2

Leave A Comment

Your email address will not be published.