la Luisona e la Madeleine

Un blog di cucina coerente

la pasta invereconda

Sto temporaneamente in una casa nuova e ho una bella cucina vuota.
Le dotazioni, minime, non mi consentono grandi esperimenti quindi da qui, e per qualche mese, i post saranno da considerarsi shameless per la maggiore, se possibile, semplicità dei piatti e per le brutte foto.
Questa delle foto è l’ennesima scusa: brutte erano e brutte saranno, solo che ora il cibo starà sempre su piatti bianchi a pois verdi. Anche simpatici dal vivo, ma per niente fotogenici. Come me.
Il primo piatto che vi propongo è il frutto della spesa alla LIDL; sapete già che è un mio guilty pleasure ma al momento la scelta viene anche da necessità logistiche ed economiche: scrauso is the word.
Alla LIDL, indipendentemente dalla stagione e dal parallelo, si trovano dei peperoni rossi, simili ai friggitelli, buoni e dolcissimi; verosimilmente radioattivi, che ve lo dico a fare.
Io li compro e li mangio, in attesa di brillare al buio.

Farfalle integrali in crema di cannellini con peperoni caramellati.

200 gr di farfalle integrali

1 latta di fagioli cannellini sgocciolati
olio evo
origano
un bicchiere di brodo vegetale
1 spicchio d’aglio
pepe nero

due peperoni rossi dolci
una noce di burro
origano
sale
un cucchiaino di zucchero

La pasta la sapete cuocere.

Soffriggete aglio e origano abbondante in poco olio a fiamma bassa. Quando l’aglio sarà appena dorato, unite i cannellini e fate insaporire.
Versate il brodo tiepido, aspettate l’ebollizione poi levate dal fuoco.
Frullate tutto col coso a immersione (nella mia casa ipodotata, l’attrezzo costa 9 soldi e però funziona).
Aggiungete abbondante pepe e aggiustate di sale.

Affettate i peperoni a striscioline sottili e saltateli in una padella in cui avrete fatto rosolare burro e origano.
Salate e dopo circa dieci minuti aggiungete lo zucchero, fate appena caramellare e spegnete la fiamma.

Condite la pasta con la crema, con cui avrete velato pure i piatti, e completate coi peperoni.
Buono assai e mica garantito che con ingredienti di qualità venga meglio… disse la volpe guardando l’uva all’emporio biologico.

Leave A Comment

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.