la Luisona e la Madeleine

Un blog di cucina coerente

House of pan(cake)

Stamattina Guardavo Gandhi (il film) e in un’ora lui aveva già messo in discussione le leggi sudafricane… io in un’ora son riuscita a fare i pancake.

Cattura51

Senza uova, che ve lo dico a fare.

Ci ho messo una mela però.

Non tanto come aggregante, ma solo perché l’avevo in frigo da un po’, ultima di una serie di granny smith per niente gustose, non so perché.

Non so se abbia avuto un vero potere addensante, visto che poi le dosi degli altri ingredienti le ho messe a caso, però è stata comunque una buona mossa e il gusto del prodotto finale è stato ottimo.

Pancake
Dosi per 16 pezzi o comunque proporzionate a una mela.

1 mela granny smith
25 cucchiai di farina
2 cucchiai di fecola
50 gr burro
7 cucchiai di zucchero
1 cucchiaino di bicarbonato
latte q. b.
scorza grattata di un limone
vaniglia

Riducete in purea la mela, sbucciata e tagliata a pezzetti, col mixer a immersione; aiutatevi con qualche cucchiaio di latte, ché la mela da sola non è molto collaborativa.

Sciogliete il burro e in una ciotola capiente mischiate i due ingredienti.

Unite la farina, un cucchiaio alla volta, il bicarbonato e lo zucchero. Aromatizzate con la vaniglia e il limone.

Aggiungete poco latte alla volta, fino a raggiungere la consistenza di un impasto crudo per torte.

Scaldate una padella antiaderente o la crepiera elettrica a temperatura media e versate un cucchiaio di impasto, livellandolo delicatamente allo spesore che desiderate.

Quando fa le bolle, girate il pancake e fatelo cuocere ancora per qualche decina di secondi, non temete di romperlo: sembra minacciare, ma restisterà al capovolgimento. In ogni caso aiutatevi con una spatola bella larga e piatta.

Serviteli con lo sciroppo d’acero, il caramello, il cioccolato, il miele o quel che preferite.

2 Discussions on
“House of pan(cake)”

Leave A Comment

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.