la Luisona e la Madeleine

Un blog di cucina coerente

Crepe senza uova agli spinaci e gorgonzola come dico io

Il dolcetto che mi viene meglio in assoluto sono le Tortine del malumore.
Non avrete mai la ricetta.
Perché non ho mai pesato niente e le ho sempre fatte a occhio, ogni volta senza fiducia nel risultato.
Spettacolari.
Di qui il malumore.
Per questa ricetta, provata e riprovata, ho pesato e misurato tutto, aggiustato e modificato, col solo scopo di eliminare le uova senza se e senza ma.

L’uovo è per i pavidi

Non smetterò mai di ripeterlo.

Sia chiaro: quando necessario, ammetto le mie sconfitte e vi do anche le ricette con le uova.
Vi ho dato la ricetta dei macaron!
Il che dimostra onestà intellettuale e grande spirito d’abnegazione visto che quelle uova lì le ho dovute aprire e montare io.

Sono, però, molte le ricette in cui l’uovo ha la sola funzione di legare, incollare, coagulare, compattare e non è quasi mai davvero necessario.

Oggi facciamo le crepe salate, le uova le lasciate in frigo.

L’avete avuta una nonna voi? Ve le faceva le frittelline di cipolle, carciofi e quant’altro?
La mia le fa tuttora e ci mette lo zafferano.

Io l’ho messo nelle crepe e ha vinto tutto.

Crepe di spinaci e Gorgonzola

dosi per otto pezzi

200 gr di farina
400 ml di latte
1 cucchiaino di sale
2 bustine di zafferano
3 cucchiai d’olio di semi

300 gr di spinaci
15 gr di burro
1 spicchio d’aglio
1 bicchiere di latte
sale
pepe
Gorgonzola a piacere
pinoli tostati (facoltativi)

Stufate gli spinaci col burro il sale e l’aglio tritato, versate il latte, pepate e lasciateli sul fuoco ad asciugare.
Spegnete il fuoco, fate intiepidire e unite il Gorgonzola nella quantità che vi fa sentire meno in colpa.
Nessuno vi vedrà ed io non giudico.
Secondo lo stesso principio aggiungete i pinoli tostati.

Per le crepe è presto detto: amalgamate farina, zafferano e sale poi aggiungete il latte e l’olio a filo mescolando con una frusta a mano.

Finito.
Servivo io per spiegarvelo?
No.

Scaldate una padella antiaderente o una crepiera e versateci un mestolo di composto spargendolo bene col cucchiaio.
Io ho l’attrezzo a T per stendere le crepe ma non c’è verso di fargli capire chi comandi.

Attendete che il composto si coaguli e, quando mostrerà di essere staccabile, rigiratelo è lasciate scaldare poco meno di un minuto.

Levate la crepe e procedete con le altre, impilandole man mano che saranno pronte, in modo che l’umidità le tenga morbide.

Farcite ogni crepe col composto di spinaci e ripiegatela in quattro.

Passate tutte le crepe in forno appena prima di servirle per renderle croccantine.

Tricks:
– Volendo esagerare, versate su ogni crepe della panna acida che le renda ancora più invitanti.

– Potete pure ricavare dei mini bocconcini arrotolando le crepe e tagliandole a fette di circa due centimetri: servite così alle feste vanno via in un secondo.

– Il ciuffo di basilico che vedete nelle foto è, evidentemente, sempre lo stesso. Ho deciso di chiamarlo Mario.

0

Leave A Comment

Your email address will not be published.